Seleziona una pagina

Instagram è una forza!

È usato da 1 teenager su 2, dal 28% degli adulti e da più della metà delle persone che hanno tra i 18 e i 29 anni. Su Instagram ci sono praticamente tuttiMa forse non proprio tutti conoscono i suoi segreti e sanno sfruttare le sue social – potenzialità.

La parola d’ordine è lifestyle. Il tuo, personalissimo, lifestyle.

Concentrarsi su un’unica strada – o tema – e percorrerla fino in fondo è la miglior strategia per utilizzarlo al meglio. Ovviamente, va fatto con metodoPuoi considerarlo la tua copertina: i contenuti del profilo saranno i momenti e le emozioni che più ti rappresentano. Quindi, le prime cose su cui lavorare sono immagine del profilo, nome e bio: devono dire, anzi quasi gridare chi sei, senza perdersi troppo nei dettagli e attirare l’attenzione con informazioni utili, link ai tuoi altri profili social ed emoji che daranno quel tocco “umano” e colorato al tutto.

Veniamo al dunque: foto e video.

Instagram è il social visivo per eccellenza, quindi dedicati il più possibile ai tuoi contenuti e, per mantenere sempre la stessa immagine, scegli filtri simili tra quelli più adatti a te: ricorda però di non sperimentarne troppi, rischieresti di creare confusione. E per rendere ancora più particolare il tuo profilo, utilizzando apposite app come Instagrids, puoi condividere più foto creando l’effetto di un’unica immagine divisa in una griglia.

In questo modo potrai raccontare una storia: la tua storia.

E sono proprio le Stories, i video con una vita di 24 ore, a descriverti ancora meglio. Recentemente è stata introdotta anche la possibilità di fare Live Stories: tutti i tuoi follower verranno chiamati a raccolta per commentare in diretta il video che stai girando, che scomparirà una volta terminato. Buona la prima (e unica) sembra il mood di tutte le più recenti funzioni.

Infatti vale anche per video e foto inviati con Direct – il sistema di messaggistica istantanea – che si volatilizzano una volta visualizzati. Questo non è un invito a condividere materiale compromettente. (E comunque, se verrà fatto uno screenshot a quello che hai inviato, ti verrà notificato: tira pure un sospiro di sollievo.)

Ora parliamo della tua rete di persone.

Crearne una di più o meno modeste dimensioni è facile: basta importare i contatti che hai già e seguirli. Ma non accontentarti: nella sezione Esplora ti verranno consigliati molti contenuti in base alle tue attività, e potrai fare anche delle ricerche specifiche tra le persone, i luoghi e gli #hashtag.

Gli #hashtag saranno le tue parole magiche.

Per ogni contenuto ne puoi usare un massimo di 30, ma si sa, il troppo storpia. Ti consigliamo di usarne almeno 11 che siano pertinenti, utili ma soprattutto viraliSeguire i trend è il modo più facile per raggiungere più persone. Di’ la tua con una foto, un video o un commento: fatti ri-conoscere.

Dietro allo schermo, c’è sempre qualcuno in carne, ossa e sentimenti. Non risparmiarti neanche un like. Crea una rete con persone che hanno profili simili al tuo: taggali nei post e dai vita ad uno scambio di opinioni, esperienze e perché no, follower. Il bello di Instagram è proprio questo: è il social che più di ogni altro si fonda sull’empatia.

Segui molti account, e non sottovalutare il potere degli influencer: loro sanno come guidare le scelte di chi li segue ed entrarci in contatto potrebbe tornarti molto utile.

Ora è tempo di smettere di leggere e iniziare a postare.

Fallo con la giusta frequenza – può bastare anche un contenuto al giorno – osserva e osservati – capisci quali tra i tuoi post hanno avuto più successo e perché – e dedicati con costanza al tuo profilo Instagram da star.