Immagina di poter chiedere a Google qualsiasi cosa e ottenere non solo una risposta rapida e precisa, ma anche un riassunto intelligente dell’argomento che ti interessa, completo di immagini e link utili. Questo è ciò che Google sta facendo con il suo nuovo progetto, Search Generative Experience (SGE). Sebbene le promesse siano allettanti, è essenziale guardare a questa innovazione con un occhio critico, specialmente per chi si occupa di SEO e web marketing.

Che Cos’è l’AI Generativa in Search (SGE)?

Partiamo dalle basi: SGE è un’evoluzione del motore di ricerca Google che utilizza l’intelligenza artificiale per fornirci risposte più precise e dettagliate. Con SGE, possiamo fare domande più complesse e articolate e ottenere non solo una risposta, ma anche un riepilogo dell’argomento, corredato di link per approfondire. L’idea è buona, ma le implicazioni per chi lavora nel settore SEO sono significative.

How Google is improving Search with Generative AI

Come Funziona SGE?

SGE utilizza modelli linguistici avanzati, come MUM e PaLM2, che comprendono il contesto delle nostre domande in modo molto più profondo rispetto al passato. Quando cerchiamo qualcosa, SGE può mostrarci un’istantanea potenziata dall’AI, che offre una panoramica dell’argomento con link utili per esplorare ulteriormente. Questo significa che possiamo trovare tutto ciò che ci serve senza dover fare mille ricerche separate. Tuttavia, questo potrebbe ridurre il traffico verso i siti web, poiché gli utenti potrebbero non sentire il bisogno di cliccare oltre la risposta generata.

Innovazioni nell’Esperienza di Ricerca

Uno degli aspetti più interessanti di SGE è la capacità di fornire panoramiche dettagliate e immediate su qualsiasi argomento. Queste “panoramiche potenziate” sono utili per ottenere una visione d’insieme prima di addentrarsi nei dettagli. Tuttavia, c’è il rischio che queste risposte generiche diminuiscano l’importanza delle fonti individuali, riducendo il traffico ai siti web che forniscono le informazioni originali.

Inoltre, SGE rende facile continuare le ricerche grazie alla possibilità di fare domande di follow-up. Basta un clic per affinare le ricerche o esplorare nuove direzioni senza dover ripetere tutto da capo. Anche se questa funzione è comoda per l’utente, per chi lavora nel settore SEO significa dover competere ancora di più per mantenere alta la rilevanza dei propri contenuti.

Shopping e Ricerche Locali Rivoluzionati

SGE è particolarmente utile per le ricerche specifiche come lo shopping o le ricerche locali. Pensate a quanto può essere noioso confrontare recensioni, prezzi e descrizioni di prodotti su diversi siti. Con SGE, tutto questo è integrato in un’unica panoramica, con informazioni aggiornate su recensioni, prezzi e immagini dei prodotti. Tuttavia, per gli e-commerce, questo significa che Google potrebbe monopolizzare ancora di più la fase di decisione d’acquisto, riducendo il traffico diretto verso i siti dei venditori.

Creatività e Produttività: Un Nuovo Mondo di Possibilità

SGE non si limita a migliorare la nostra esperienza di ricerca, ma apre anche nuove possibilità per la creatività e la produttività. Ad esempio, possiamo generare immagini direttamente dalle nostre ricerche, chiedendo a Google di disegnare qualsiasi cosa ci venga in mente. Questa funzione è disponibile per chi partecipa all’esperimento SGE e può stimolare la creatività in modi inaspettati, ma al tempo stesso potrebbe ridurre l’interazione diretta con siti di contenuti creativi e di ispirazione.

Pubblicità e Trasparenza

Un altro aspetto importante è come SGE gestisce le pubblicità. Anche in questa nuova era della ricerca, le pubblicità continueranno a giocare un ruolo cruciale. Google promette che gli annunci saranno chiaramente distinti dai risultati organici, mantenendo trasparenza e chiarezza per gli utenti. Tuttavia, questa integrazione potrebbe confondere gli utenti e rendere più difficile per i marketer distinguersi.

Un Approccio Responsabile all’Intelligenza Artificiale

Google ha preso un approccio molto responsabile nello sviluppo di SGE, seguendo i suoi principi sull’AI. Sono stati implementati vari meccanismi per mitigare i rischi noti dei modelli linguistici di grandi dimensioni, come le “allucinazioni” o le interpretazioni errate. Inoltre, SGE è stato progettato per evitare di generare contenuti su argomenti sensibili o pericolosi, garantendo che le informazioni siano sempre affidabili e sicure.

Google SGE: Cos’è e Come Prepararsi

SGE di Google è una funzione del motore di ricerca in fase sperimentale che utilizza l’intelligenza artificiale generativa per fornire risultati di ricerca più completi e informativi. Quando effettui una ricerca, SGE può generare una risposta che include un riassunto dell’argomento, generato attingendo a più di una fonte, fatti pertinenti e collegamenti a risorse aggiuntive. Il box di risposta di SGE può occupare anche un’intera schermata della SERP, offrendo un’esperienza di ricerca visivamente impattante e completa.

Come Funziona la SGE di Google?

Quando la Search Generativa di Google entra in funzione, cerca di comprendere l’intento della nostra query di ricerca. Poi l’intelligenza artificiale utilizza una varietà di fonti, tra cui i risultati di ricerca di Google, il knowledge graph e i social media, per generare una risposta pertinente per l’utente. La risposta può includere testo, immagini, video e altri contenuti multimediali. Un aspetto interessante è che il tempo richiesto per la produzione della risposta può variare a seconda della complessità della query e della quantità di informazioni necessarie.

Dai test effettuati finora, a volte la generazione della risposta appare essere piuttosto lenta. Questo potrebbe infastidire gli utenti, che potrebbero preferire disabilitare SGE in favore di un più immediato featured snippet. È importante notare che SGE non va confuso con Google Bard. Bard è un grande modello di linguaggio (LLM) progettato principalmente per generare testo e rispondere a domande in modo informativo, mentre SGE è specificamente progettato per fornire risultati di ricerca più completi e informativi.

Le Query che Fanno Attivare il Box SGE di Google

Sebbene sia ancora in fase di testing, la SGE sembra attivarsi per determinate tipologie di query. Ad esempio, query basate sui fatti, query di definizione, query “how to”, query di confronto e query di shopping. Tuttavia, per query su argomenti sensibili o per settori YMYL (Your Money Your Life), come condizioni mediche, consigli di investimento o questioni legali, il box SGE non viene attivato.

Search Generative Experience di Google (SGE)

Generative AI nella Ricerca di Google: i Principali Benefici per l’Utente

Uno dei principali benefici di SGE è il risparmio di tempo. L’AI può filtrare i migliori fornitori, al miglior prezzo e con le migliori recensioni, senza che l’utente debba visitare numerosi siti web. Inoltre, la possibilità di comparare diversi prodotti in base alle loro caratteristiche e prezzi permette di prendere decisioni informate più rapidamente.

Come Prepararsi alla Nuova Search Generativa di Google

SGE potrebbe influenzare significativamente il modo in cui otteniamo clic sui nostri contenuti. Più clic se finiamo all’interno del box generativo con un risultato cliccabile, meno clic se pur essendo ben posizionati nella top 3 non riusciamo ad apparire nel box. Concetti come trust, rilevanza ed autorevolezza saranno ancora più determinanti. Costruire contenuti di qualità, un brand riconoscibile e un profilo link autorevole sarà essenziale per avere visibilità.

Sarà anche importante lavorare sulle entities, sul knowledge graph e sui dati strutturati. Google utilizza già il Knowledge Graph per la generazione di risultati di ricerca più coinvolgenti, quindi identificare le entities pertinenti alla nostra attività e utilizzare dati strutturati sarà cruciale.

Quindi…

Google SGE rappresenta un grande cambiamento nella ricerca online. Con l’integrazione dell’AI generativa, la nostra esperienza di ricerca diventa più interattiva e produttiva. Tuttavia, questa evoluzione pone nuove sfide per chi lavora nel settore SEO, richiedendo un adattamento continuo e una maggiore attenzione alla qualità e alla rilevanza dei contenuti. Sarà interessante vedere come questa tecnologia si svilupperà e influenzerà il nostro modo di interagire con le informazioni online. Restiamo in attesa, critici ma aperti, di vedere come questo influenzerà il futuro della SEO e della ricerca su Google.

Hai bisogno di restare al passo o vuoi sviluppare da zero una strategia SEO? Contattaci Ora!